Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!



November Rain – Guns N’ Roses

SIGNIFICATO

INTERPRETAZIONE #1
Questa canzone è di sicuro uno dei più famosi brani mai scritti dai Guns N’ Roses: il leader del gruppo, Axl Rose, ha investito molto del suo tempo (fin dal 1983) per la preparazione del testo e della musica, fino ad arrivare alla sua versione completa, datata 1991.
E’ una canzone d’amore, ma è anche molto triste e malinconica, proprio come il titolo: parla di un uomo e di una donna, innamorati, che immaginano come le loro scelte possano influenzare il loro rapporto. Non solo le loro scelte, ma anche i loro dubbi: “non credi di avere bisogno di tempo… da sola? credo di avere bisogno di tempo… da solo”, perchè “niente dura per sempre, nella fredda pioggia di Novembre”. Però, la grande intuizione alla base di questo brano arriva alla fine: “non credi di aver bisogno di qualcuno? non sei l’unica”, ad averne bisogno. Tutti cerchiamo qualcuno, non ci bastiamo da soli: c’è chi lo trova, chi no, chi non vuole trovarlo… ma alla fine, questo qualcuno arriverà di certo, nonostante tutta la drammaticità che come mostra in modo ammirevole il video ufficiale non viene tolta. E la pioggia di Novembre è sia sinonimo di tristezza e di lacrime, ma anche di purificazione, freschezza e vita che ti riempie di nuovo anche dopo gli avvenimenti più drammatici della vita.
Il brano contiene uno degli assoli di chitarra elettrica più belli e commoventi mai scritti.




INTERPRETAZIONE #2 (scritta da David A.)

La canzone November Rain è probabilmente la canzone più famosa della band losangelina, in quanto contiene alcuni degli assoli più importanti della storia del rock ed è caratterizzata da un finale in crescendo veloce e potente (tipico dell’hard rock), tanto che la stessa chitarra di Slash può essere vista come il leitmotiv di tutta la canzone, in quanto entrambi iniziano in modo calmo e compassato per poi diventare sempre più cupi e “arrabbiati” nella chiusura. A mio parere il componimento vuole esprimere il tema del cambiamento (non solo nei rapporti amorosi, espresso nei versi “Nothin’ lasts forever, And we both know hearts can change”) e del dolore che da ciò è scaturito. All’origine di ciò è presente non solamente il divenire inesorabile del tempo (“l’immagine mobile dell’eternità” per Platone), ma anche l’uomo stesso (e l’umanità tutta) che mettendo continuamente in discussione le conoscenze preesistenti, genera alienazione e angoscia verso il futuro, e perciò sofferenza e spaesamento. Il riferimento è alla situazione del gruppo, che si va via via sempre più disgregando, ma anche alla tensione derivante dalla coscienza della propria contingenza, sia per i rapporti tra i membri, sia dalla crisi del loro linguaggio musicale (nel settembre del 1991 era stato pubblicato “Nevermind” dei Nirvana, album rivoluzionario che ha conquistato il mondo con il genere grunge diventato mainstream, incarnando i valori della cosiddetta generazione X). Il mutamento è pertanto rappresentato magistralmente mediante la pioggia, tema che attraversa tutta la cultura occidentale, e nei versi “And it’s hard to hold a candle, In the cold November rain”, la candela da preservare dall’arrivo della pioggia di Novembre sta per le speranze che vengono spazzate via dalla tempesta interiore dei dubbi, delle incertezze e delle paure inconscie. Non vengono tuttavia rappresentati solamente gli aspetti negativi del cambiamento, ma anche quelli positivi, in quanto secondo la band anche le sofferenze, i problemi e le incertezze che sembrano insormontabili possono invece essere superati, perché nulla dura per sempre, nemmeno la fredda pioggia di Novembre (“So never mind the darkness, We still can find a way, ‘Cause nothin’ lasts forever, Even cold November rain”), riferendosi al Pánta rêi (“tutto scorre”) del filosofo greco Eraclito. È inoltre presente il tema dell’amore come forza in grado di cambiare completamente le persone (basti pensare a “Wonderwall” degli Oasis o ad “Always” dei Bon Jovi, tanto per citare due esempi), e pertanto di migliorarle, come descritto nei versi finali “Don’t ya think that you need somebody, Don’t ya think that you need someone, Everybody needs somebody”, in quanto la grande intuizione dei Guns N’ Roses è che nessuno si basta da solo e tutti i progetti che nella vita pensiamo e realizziamo sono in riferimento ad un ente esterno a noi, sia egli una persona amata, o la propria famiglia, o la Società e lo stato in cui si vive.

Vuoi dare anche tu una interpretazione diversa a questa canzone? Inviala a
significatocanzoni@gmail.com
la pubblicheremo a tuo nome oppure lascia semplicemente un commento in fondo al post.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Per maggiori informazioni clicca qui Privacy Policy e qui