Ostia Lido – J-Ax

SIGNIFICATO

INTERPRETAZIONE
Ostia lido è il nuovo singolo rilasciato da J-AX ed è sicuramente la candidata numero uno per diventare il prossimo tormentone di questa estate 2019. Il ritmo, la musica, il testo ricordano molto il suo ex brano Italiana e forse proprio per questo rimane subito in testa anche solo dopo un primo ascolto veloce. Durante una breve intervista lo stesso J-AX ha voluto spiegare brevemente l’idea dietro Ostia Lido e il suo significato: “Tutti vanno in vacanza, tutti già pensano al mare, c’è chi sogna mete esotiche e chi pensa a itinerari culturali e chi come me sceglie Ostia Lido. E’ sicuramente un pezzo più commerciale, speculare al precedente brano. Mi piace sempre cimentarmi in generi diversi perchè per me la musica è un melting pot di sonorità, ritmi e storie differenti da raccontare”.

Vuoi dare anche tu una interpretazione a questa canzone? Inviala a
significatocanzoni@gmail.com
la pubblicheremo a tuo nome oppure lascia semplicemente un commento in fondo al post.

TESTO

Tutti parlano di fare la vacanza: colta
Ma poi alla fine vanno dove c’è: gnocca
Sai la gente quando il sole la scotta
Come Peter Pan vuole fotterti l’ombra
Quando penso agli anni passati (Che flash)
Noi così proletari (Why trash)
Altro che Bali Bali (…)
Sognavamo Bari Bari (…)
No fricchettoni, sì racchettoni
E gavettoni, no ombrelloni e money money
Neanche per gli asciugamani invece dei castelli
Con la sabbia facevamo case popolari

Cosa importa se
Sognavi Puertorico
Ma se restiamo insieme
Sembra un paradiso anche Ostia Lido
Brucia il sole in ufficio che voglia che hai di scappare
Uscire dall’acqua coperti di sale
Mare blu profondo, sulla pelle il vento
Intorno solo gente che balla
Che balla, che balla
Intorno solo gente che balla
Che balla, che balla
Sulla riva letti ricoperti di: stoffa
Musica new wave gente che: sboccia
Sembra quei privè da scambi di: coppia
Ma io sono lo scoglio e tu la mia: cozza
Tipa col bikini sei già eccitata per il seitan
E da Calcutta o Baudelaire
Un po’ l’afa un po’ la dieta suda
Lei con il make up a fissare il mio panino allo speck
Tra i maschi lo sport più diffuso sulla spiaggia
È ancora trattenere il fiato, tenere dentro la pancia
Lui si porta i libri di Kafka
Ma poi studia solo ogni culo che passa
Cosa importa se
Sognavi Puertorico
Ma se restiamo insieme
Sembra un paradiso anche Ostia Lido
Brucia il sole in ufficio che voglia che hai di scappare
Uscire dall’acqua coperti di sale
Mare blu profondo, sulla pelle il vento
Intorno solo gente che balla
Che balla, che balla
Intorno solo gente che balla
Che balla, che balla

Perché la tua fisicata mi fa asciugare la bocca
Anche se l’acqua è gelata portami dove si tocca
Forse non saremo vip ma va bene cosi
Finché ho la birra ghiacciata e due fiori dentro la borsa

Cosa importa se
Sognavi Puertorico
Ma se restiamo insieme
Sembra un paradiso anche Ostia Lido
Brucia il sole in ufficio che voglia che hai di scappare
Uscire dall’acqua coperti di sale
Mare blu profondo, sulla pelle il vento
Intorno solo gente che balla
Che balla, che balla
Intorno solo gente che balla
Che balla, che balla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website.
Ok