Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!



Servi della gleba – Elio e le storie tese

SIGNIFICATO

INTERPRETAZIONE #1 (spiegazione famosissima trovata in rete)

Servi della Gleba rappresenta meglio di qualsiasi altra canzone, la condizione di noi maschi davanti o accanto alle amate femminucce.
È noto fin dai tempi del feudalesimo come l’amore per una giovane donna possa trasformare un giovane uomo in un Servo della Gleba. Riportiamo qui di seguito le principali fasi di tale trasformazione.

FASE 1: il presagio. Il giovane racconta agli amici di aver conosciuto una ragazza carina, simpatica ma specialmente intelligente con la quale parla bene. Non si dimostra interessato sessualmente.

FASE 2: lésso. Il giovane e’ convinto di aver trovato la donna della sua vita; si interessa perniciosamente ai racconti delle sue vacanze; modifica le proprie abitudini e i propri gusti (alimentazione, musica, abbigliamento, cinema) nel tentativo di compiacerla. I numerosi pacchi agli amici sono sintomatici del passaggio alla fase successiva.

FASE 3: Servo della Gleba. È il momento decisivo della mutazione. Se il SdG idealizza l’amata a tal punto da non ritenersene degno (APPROCCIO NEGATIVO) entra nella sottofase vegetal: osserva apaticamente il mondo che lo circonda ed entra in rapporto simbiotico-umorale con l’amata (es. lei e’ felice perche’ sta con uno figo -> anche lui e’ felice; ricordiamo infatti che il SdG vive generalmente una condizione di sudditanza amorosa, e non un reale rapporto di coppia). Se il SdG opta per una dichiarazione (APPROCCIO POSITIVO) si hanno due possibilita’:

a) ottiene un si’: viene accolto nel nirvana, conosce tutti gli dei e si muove leggermente sollevato da terra. Perde ogni contatto con gli amici.

b) ottiene un due di picche: entra nel limbo, indossa una corona di spine e soffre di una forma collaterale di pessimismo affettivo che si manifesta con frasi del tipo: “Non trovero’ mai la persona giusta” e ancora “Sono io ad essere sbagliato”. Dopo qualche tempo ricontatta gli amici giustificando mesi di silenzio con la frase: “Ho avuto un casino di robe da fare”. Un SdG che collezioni 10 o piu’ 2 di picche assurge allo status di Gran Maestro dei Glebas, vive in eremitaggio e diventa meta di pellegrinaggio per altri SdG ai quali legge il futuro servendosi di un mazzo di 2 di picche .




CURIOSITA’

Per tema trattato e per come è sviluppato il testo, la canzone di Elio ricorda tantissimo la famosissima canzone “Non ti passa più” degli 883. In entrambe le canzoni infatti i protagonisti sono gli stessi (il ragazzo, la ragazza, i genitori di lei e gli amici di lui) e in tutte e due le canzoni la storia viene sviluppata a punti: a livelli per quanto riguarda “Non ti passa più“, invece in fasi per quanto riguarda la canzone di Elio.

Vuoi dare anche tu una interpretazione diversa a questa canzone? Inviala a
significatocanzoni@gmail.com
la pubblicheremo a tuo nome oppure lascia semplicemente un commento in fondo al post.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Per maggiori informazioni clicca qui Privacy Policy e qui