Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!



[SANREMO 2014] L’unica – Perturbazione

 

SIGNIFICATO

INTERPRETAZIONE #1

L’Unica è il primo dei due pezzi presentati dai Perturbazione alla edizione del 2014 del Festival della Canzone Italiana di Sanremo, quello che è stato portato avanti per tutta la competizione e ha fruttato al gruppo il premio della Sala Stampa Radio-Tv-Web ‘Lucio Dalla’ – Sezione Campioni.

I Perturbazione sono un gruppo pop-rock italiano nato in provincia di Torino alla fine degli anni 80, che si è fatto conoscere in tutta Italia grazie ad alcuni tour e può vantare collaborazioni illustri: accompagnano Dargen D’Amico in una traccia del suo ultimo album, hanno lavorato con Nada, Dente e i Baustelle e nel loro ultimo album sono presenti anche i Cani, Erica Mou e Luca Carboni.

Il brano è in apparenza solo un elenco cronologico di numerose storie d’amore, ognuna con i problemi e le caratteristiche che la rendono unica; in realtà con il progredire delle storie cambia anche l’approccio del protagonista alle donne che ama: si passa dalle poesie durante le ore di lezione all’affrontare problemi più complessi, caratteristici della vita adulta. La storia con Sara (“Sara perchè ti amo” è una evidente richiamo alla canzone Sarà perchè ti amo dei Ricchi e Poveri) suscita nelle persone più “mature” giudizi negativi, che in realtà mascherano invidia, a causa della differenza di età tra i due.
Nel ritornello esplode la domanda: come tutte le esperienze che ho fatto hanno cambiato chi sono? Cosa guadagno da questa storia finita? (Ora di te cosa farò?) Senz’altro non sono domande semplici (è così complicato), ma i Perturbazione non hanno paura di porsele e non vogliono dimenticare quanto è successo (muoio già dalla voglia di ricordarti a memoria) per poter fare tesoro dell’esperienza vissuta.

Vuoi dare anche tu una interpretazione diversa a questa canzone? Inviala a
significatocanzoni@gmail.com
la pubblicheremo a tuo nome oppure lascia semplicemente un commento in fondo al post.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Per maggiori informazioni clicca qui Privacy Policy e qui