Royals – Lorde

SIGNIFICATO

INTERPRETAZIONE #1

Incominciamo dicendo che siamo davanti ad un nuovo fenomeno della musica visto che la ragazza in questione ha appena 16 anni! Il suo nome d’arte deriva proprio da Lord, un appellativo che le piacque da subito, ma ritenendolo più da uomo che da donna, decise di aggiungere le -e finale, facendo dunque diventare Lorde.

La giovanissima cantante ha sorpreso da subito tutto il mondo, più che altro per il suo carattere molto espansivo ed aggressivo che l’ha portata a criticare durante diverse interviste, cantanti come Selena Gomez o del calibro di Lana Del Ray.

Per quanto riguarda invece la canzone, la stessa Lorde raccontò brevemente quando e come nacque l’idea di scriverla: secondo ciò che disse la cantante, il tutto nacque una sera dopo aver visto una puntata di National Geographic. In particolare le rimase impressa l’immagine di un giocatore dei Kansas City Royals subito dopo aver segnato un punto molto importante per la sua squadra..Royals appunto! L’immagine della maglietta del giocatore con scritto “Royals” le rimase bene impressa tanto che disse: “E’ semplicemente una parola, però è veramente cool!”. La parola però allo stesso tempo le ricordava gli aristocratici che da sempre l’avevano ispirata da piccola: così quel giorno stesso scrisse il testo della canzone “in soli 30 minuti“!. Come detto precedentemente, mentre stava scrivendo il testo, in radio stavano passando canzoni rap e successivamente anche una canzone di Lana Del Ray. Fu allora che Lorde disse:”Nelle canzoni che stavo ascoltando c’erano tantissimi riferimenti all’alcool, a vestiti ultra costosi, a macchine lussuose e continuavo a pensare che tutte queste fossero semplicemente cazzate“. Scritto il testo, lo portò immediatamente al suo produttore che subito ne rimase colpito e decisero di comporre la musica per la canzone. 

Vuoi dare anche tu una interpretazione diversa a questa canzone? Inviala a
significatocanzoni@gmail.com
la pubblicheremo a tuo nome oppure lascia semplicemente un commento in fondo al post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website.
Ok