Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!



Fumo e Malinconia – Grido

SIGNIFICATO

INTERPRETAZIONE #1 (fornita dallo stesso Grido)

Luca Aleotti, meglio conosciuto con gli pseudonimi di Grido, Weedo Wonka o Doctor Weed, è un rapper e cantautore italiano. È un componente della band pop rap Gemelli DiVersi nonché frontman della stessa. Grido fa anche parte delle crew Spaghetti Funk e TDK, ed è il fratello minore di Alessandro Aleotti, in arte J-Ax.

Il singolo “Fumo e Malinconia” riprende una vecchia canzone di Anna Oxa del 1983: “Senza Di Me“,  che a sua volta è un remake italiano della canzone What about me dei Moving Pictures. Lo stesso Grido sul suo sito ufficiale spiegò come mai decise di scrivere questa canzone e come nacque l’idea di scriverla:
“La prima volta che ho sentito questo brano mi sono emozionato, nonostante sia lontano dalla musica che faccio abitualmente. Il messaggio è quello che una donna lancia al proprio compagno. Ho sentito la voglia di capovolgerlo per cantarlo alla mia donna. Ho finalmente incontrato una persona che mi ha cambiato la vita, in positivo. Prima solo la musica aveva questo potere, adesso è arrivata lei e lo voglio dire al mondo.” 

Vuoi dare anche tu una interpretazione diversa a questa canzone? Inviala a
significatocanzoni@gmail.com
la pubblicheremo a tuo nome oppure lascia semplicemente un commento in fondo a questo post.


TESTO

La vita sà di fumo e di malinconia. (Lo sai)
La vita sà di fumo e di malinconia. (Oh no)
La vita sà di fumo e di malinconia.
Senza (Senza la) libertà è il nome di una bugia.

Oggi mi sono alzato presto,
c’era il temporale
e sono sceso dal letto con un freddo cane.
Ieri mi hai detto “adesso esco” e ti ho lasciato andare,
dove troviamo la voglia che ci fa litigare?.
Più me lo chiedo e meno me lo riesco a spiegare,
così mi siedo e sclero e pio me ne vado a male,
non ho nemmeno la forza di fare colazione,
perchè senza di te tutto sembra senza sapore.
Come il vento, la pioggia, il suono di una canzone,
come il governo, la lotta, il fiore nel mio cannone,
tu vieni in punta di piedi, ma sei rivoluzione,
perchè mi hai preso e mi hai reso qualcosa di migliore,
ed io ti amo ma non riesco a dimostrarlo meglio,
ed io mi odio per questo non riesco a stare fermo,
questo castello senza una regina è scuro,
ed ogni cosa va in fumo!

Senza di te,
la vita sà di fumo e di malinconia.
Senza te,
la vita sà di fumo e di malinconia.
SENZA TE!
LA VITA SA,
DI FUMO E DI MALINCONIA.
SENZA TE,
libertà,
è il nome di una bugia.

E poi cos’è la libertà se non una parola,
nel tempo spesso travisata,
soprattutto ora.
Ci cambiano sotto il naso il senso delle parole,
e vanno a fare la pace con il mitragliatore.
Qui siamo liberi solo d’indebitarci,
e ognuno pensa a se stesso,
non certo agli altri,
ma in mezzo alla desolazione sei arrivata tu,
dicendo “rendimi orgogliosa” mi hai tirato su,
mi hai detto “tu hai un dono speciale non buttarlo via”,
sai nel tuo modo di parlare c’è della magia,
quindi ogni giorno raccontami un emozione,
dimmi delle ferite che ti hanno fatto sul cuore.
Guarda che belle le stelle,
baciami e andiamo fuori,
così ho sentito di nuovo il profumo che hanno i fiori,
questo castello per la sua regina esiste,
e cade a pezzi se è triste.

Senza di te,
la vita sà di fumo e di malinconia.
Senza te,
la vita sà di fumo e di malinconia.
SENZA TE!
LA VITA SA,
DI FUMO E DI MALINCONIA.
SENZA TE,
libertà,
è il nome di una bugia.

Io non sò quale sortilegio mi hai fatto,
ma hai messo assieme i pezzetti di un cuore infranto,
per questo a volte prima di pensare parlo,
ma scusa se anche ‘sta volta ho dato di matto,
di te ho bisogno lo vedi è un dato di fatto.
Senza di te sono come un letto disfatto,
più lo guardo e più penso facciamoci l’amore.
Ricordo che gridavo forte, ma non la ragione.
Ti rivedo, si apre il cielo, lascia entrare il sole.
Torna il sereno davvero mentre mi chiami “amore”,
la pioggia dall’asfalto della strada evapora,
e a poco a poco si asciuga come ogni lacrima.
Voglio una figlia che prenda dalla tua faccia,
con la mia rabbia, ma non con la mia boccaccia,
questo castello con la sua Regina vive,
ed ogni cosa sorride!

A te, che ti sei innamorata di questa testa matta, che ti ama di più ogni giorno che passa, voglio dire che…

Senza di te,
la vita sà di fumo e di malinconia.
Senza te,
la vita sà di fumo e di malinconia.
SENZA TE!
LA VITA SA,
DI FUMO E DI MALINCONIA.
SENZA TE,
libertà,
è il nome di una bugia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Per maggiori informazioni clicca qui Privacy Policy e qui