Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!



[SANREMO 2013] Canzone mononota – Elio e le storie tese

SIGNIFICATO

INTERPRETAZIONE #1

Quest’anno al Festival di Sanremo ogni cantante ha presentato due inediti ed è stata la somma dei voti del pubblico a casa e della giuria presente al Festival, a scegliere quale delle due canzoni sia ora in gara per vincere tale competizione.Elio e le storie tese si sono esibiti con le canzoni “Dannati forever” e “La canzone mononota”. Tra le due è stata selezionata “La canzone mononota”, brano ironico quasi comico dal ritmo trascinante. Elio e le storie tese hanno spiegato, a modo loro, l’origine di questo brano “Non abbiamo avuto tempo per preparare brani all’altezza della manifestazione, così abbiamo optato per una canzone monotona che poi abbiamo sapientemente mutato in mononota per essere più in tema con la gara”.

“FUNZIONAMENTO” DELLA CANZONE

La canzone funziona in questo modo: per i primi quaranta secondi Elio canta una normale melodia, composta da più note. Dal quarantesimo secondo in poi canta sempre il Do, con poche eccezioni. A un certo punto fa una pausa e parla normalmente, abbandonando la nota. In un altro punto cambia l’ottava, cantando prima un Do all’ottava superiore in falsetto e poi un Do all’ottava inferiore. In un altro punto parla del cantante virtuoso e gli dice di stare attento, perché se fa “eeeeh eheeeheeeooo” è già fuori. In questo caso non rimane più sulla nota perché imita appunto il cantante che fa l’infiorettatura. Infine, l’eccezione più grande è quando dice: “è una nota che non scende a compromessi e se lo fa il compromesso è piccolo, tipo questo”. Quando dice “questo” scende a Si bemolle, ma poi ritorna immediatamente al Do.
Naturalmente, tutto questo discorso vale soltanto per la voce. Gli strumenti sotto suonano altre melodie e accompagnano con diversi accordi (a un certo punto Elio lo dice esplicitamente nel testo: “puoi cambiare gli accordi, la puoi fare maggiore, minore, eccedente, diminuita“), l’importante è che la voce solista rimanga sempre su quella nota. Interessanti sono poi i molteplici cambi di ritmo e le varietà di accompagnamento all’interno del pezzo, che hanno valso alla canzone il premio per il miglior arrangiamento.

CURIOSITA’

Il titolo inizialmente riportato erroneamente era proprio “monotona” e lo stesso Elio ha rivelato ai microfoni del programma “Cordialmente” di Radio Dj, la preoccupazione che tutti i testi fossero scritti con quella parola e non con il termine reale, “mononota”. A quel punto, il rischio di dover riscrivere tutta la canzone era alto. Ma si è risolto in tempo.

Vuoi dare anche tu una interpretazione diversa a questa canzone? Inviala a
significatocanzoni@gmail.com
la pubblicheremo a tuo nome oppure lascia semplicemente un commento a questo post.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Per maggiori informazioni clicca qui Privacy Policy e qui