Oasis_-_Wonderwall (1)

Wonderwall – Oasis

SPIEGAZIONE

INTERPRETAZIONE #1

Letteralmente Wonderwall significa il “muro delle meraviglie”. Il senso che Noel Gallagher da a questo Wonderwall, si intuisce nella canzone stessa, una canzone che mostra una certa fragilità, che libera un sentimento nei confronti di una persona molto cara. Non viene specificato se una ragazza o un amico, anche se l’ipotesi della ragazza è molto più probabile. Nonostante ciò, Noel Gallagher stesso, durante un’intervista, ammise che la parola “Wonderwall” non aveva alcun significato. Il termine fu preso dalla colonna sonora di un film degli anni ’60, di cui George Harrison (chitarrista dei Beatles) aveva scritto la colonna sonora, per l’appunto “Wonderwall music“.

INTERPRETAZIONE #2
Wonderwall è da sempre uno dei brani più rappresentativi della discografia degli Oasis e contribuì fortemente al successo planetario di (What’s the Story) Morning Glory? e da sempre la si pensa dedicata da Noel Gallagher all’allora fidanzata e poi futura moglie dalla quale divorziò nel 2001 (Meg Matthews). Questa versione non è mai stata confermata dal principale compositore degli Oasis e quindi vorremmo fornire un’interpretazione diversa del brano ed ovvero come esortazione e ringraziamento di Noel nei confronti del fratello Liam.

Oggi sarà il giorno
In cui tutti lo getteranno addosso a te
Adesso avresti dovuto in qualche modo comprendere
Cosa devi fare

Dopo Definitely Maybe l’attenzione dei media e dei fan nei confronti degli Oasis era altissima, quindi questo verso può essere visto come un’esortazione di Noel nei confronti del più giovane e turbolento Liam a prendere coscienza dell’importanza del suo ruolo negli Oasis.

Non credo che nessuno
Si senta come mi sento io nei tuoi confronti

I due sono fratelli e sono l’anima di una delle band emergenti del panorama musicale mondiale. Noel compone le canzoni e Liam le canta. Il loro rapporto è unico.

All’indietro la voce correva nelle strade
Che il fuoco nel tuo cuore si è spento
Sono sicuro che hai già sentito tutto ciò
Ma tu davvero non hai mai avuto nessun dubbio
Non credo che nessuno
Si senta come mi sento io ora nei tuoi confronti

Liam con il suo atteggiamento turbolento ha sempre minato l’esistenza degli Oasis ma Noel sa che il fratello ha sempre desiderato fare il cantante dopo che questi aveva assistito ad un concerto degli Stone Roses nel 1988.

E tutte le strade che dobbiamo percorrere sono tortuose
E tutte le luci che illuminano il cammino ci accecano
Ci sono molte cose che vorrei dirti ma non so come
Perché forse
Tu sarai quello che mi salverà
E dopotutto
Sei il mio muro delle meraviglie (traduzione approssimativa perché Wonderwall può essere considerato un neologismo coniato da George Harrison)

Gli Oasis hanno pubblicato un album di esordio di grande successo, Definitely Maybe, ma Noel è consapevole del fatto che la strada per la gloria è ancora irta di ostacoli, infatti, da grande appassionato di musica, sa bene che la stampa inglese è sempre pronta ad innalzare una band dopo un buon disco d’esordio per poi dimenticarla con la stessa velocità con cui l’aveva osannata. I rapporti con Liam sono tesi e Noel non riesce forse a ringraziare direttamente il fratello per avergli permesso, con la sua voce, di diventare un musicista. Noel, infatti, aveva sostenuto un provino per diventare il cantante degli Inspiral Carpets ma fu scartato e gli venne offerto invece un lavoro come roadie (colui che si occupa degli strumenti) per il loro successivo tour. Quindi a Noel risulta difficile ammetterlo ed esprimere la propria gratitudine al fratello ma in qualche modo il più giovane dei Gallagher lo ha salvato e gli ha permesso di realizzare il sogno di diventare una rockstar. Anche il titolo della canzone per quanto privo di significato (il brano, secondo lo stesso Noel, doveva intitolarsi inizialmente Wishing Stone) può essere visto come un omaggio a Liam, infatti, essendo quest’ultimo il cantante degli Oasis è colui che da voce ai versi di Noel una sorta di “muro delle meraviglie” dove Noel vede prendere vita le sue composizioni. Negli anni a venire Noel è migliorato molto come cantante ma per i primi due dischi degli Oasis (eccezion fatta per Don’t Look Back in Anger e alcuni lati B dei singoli, su tutti la stupenda The Masterplan) era Liam a prestare la voce alla quasi totalità dei brani composti dal fratello.

Il brano poi riprende con alcune variazioni sul testo ma con un significato più o meno analogo. A sostegno di questa tesi il fatto che Noel avesse intenzione di cantare Wonderwall lasciando al fratello Don’t Look Back in Anger, due dei pezzi più forti di (What’s the Story) Morning Glory?, ma Liam, dopo averle sentite entrambe, decise di cantare Wonderwall lasciando Don’t Look Back in Anger ad uno sconcertato Noel. Inoltre sulla copertina del singolo (omaggio al pittore surrealista Renè Magritte) doveva essere Liam ad essere fotografato all’interno della cornice ma Noel si oppose (forse perché voleva evitare che ci fossero riferimenti al fatto che il brano era un omaggio al più giovane fratello?) e ad essere fotografata fu poi Anita Heryet, un’impiegata della Creation Records (etichetta discografica degli Oasis). Ovviamente questa è solo un’interpretazione assolutamente soggettiva, perché il bello dell’arte è proprio il fatto che ognuno la fa propria e la interpreta come meglio crede, quindi continuate pure ad ascoltare Wonderwall insieme alla/al vostra/o ragazza/o ripetendole/gli fino allo sfinimento: And after all… You’re my wonderwall!

Vuoi dare anche tu una interpretazione diversa a questa canzone? Inviala a
significatocanzoni@gmail.com
la pubblicheremo a tuo nome oppure lascia semplicemente un commento in fondo al post.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

banner
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Per maggiori informazioni clicca qui Privacy Policy e qui