vasco-rossi

Sally – Vasco Rossi

SIGNIFICATO

INTERPRETAZIONE #1

“Sally” è una canzone di Vasco Rossi contenuta nell’album “Nessun pericolo… per te” del 1996. Come spiegò la stesso Vasco Rossi durante una intervista, la canzone nacque in un dopo serata nei pressi di Saint Tropez. Vasco era stato in un discoteca insieme ad un amico e quando usci’ era ancora “invaso” dalle tante ragazze che aveva visto e aveva quest’immagine della bellezza e del divertimento in testa. Poco dopo salì sulla barca dell’amico e vide una donna che se ne stava andando via: era la segretaria ed amante del suo amico che se ne stava andando via, da sola, senza nessuno, dopo avere vissuto attimi intensi con il suo amante (successivamente Vasco rivelò che la donna decise si sposare il suo amico, diventando dunque sua moglie). Vasco rimase colpito da quell’immagine, da quella donna che sembrava sconfitta dalla vita, la immaginava sempre triste; cosi prese la chitarra e le parole gli vennero di getto, riflettendo la sua immagine, il suo io, in questa canzone, ma non la chiamo’ “Vasco”, al contrario decise di coniare il nome di Sally. Non ci sono dubbi sul fatto che Sally sia Vasco stesso: come disse chiaramente il cantante “a dire il vero stavo parlando di me nella canzone”.

Come gli artisti che dipingevano il loro corpo sotto forma di donna, Vasco prese spunto da una figura femminile per poi parlare di se stesso fino in fondo. Cosa potrebbero star ad indicare le fragole? Vasco disse che da piccolo sentiva spesso dirsi che le fragole facevano male, perche’ facevano venire i brufuli e quindi erano viste come una sorta di proibizione e così lui ci riporta ad un periodo dove si potevano mangiare anche le fragole, cioe’ un periodo della vita dove le proibizioni non circoscrivevano il nostro vivere liberamente. Per quanto riguarda il finale: “forse alla fine di questa storia qualcuno troverà il coraggio per affrontare i sensi di colpa”: magari tutti coloro che lo etichettarono come un drogato come un fallito, ora invece devono ricredersi e a loro volta devono fare i conti con i loro sensi di colpa. “Tutta la gente corre a casa davanti alle televisioni”: qui invece Vasco ci parla del momento in cui non ci sara’ piu’, tutta la gente andrà davanti alla televisioni, magari lui non ci sarà piu’ fisicamente, ma ci sara’ sempre con le sue canzoni e allora vivere non è stato inutile, allora tutto ha avuto un senso, forse non è stato tutto sbagliato FORSE ERA GIUSTO COSI’ FORSE MA FORSE MA SI!

INTERPRETAZIONE #2 (inviata da un nostro lettore)
La vita di Sally ha avuto diverse interpretazioni: si ipotizza che Sally fosse una drogata, che per comprare dosi di droga si prostituisse (“per ogni candida carezza, data per non sentire l’amarezza”, “Sally cammina per la strada leggera, ormai è sera si accendono le luci dei lampioni”). Le fragole (“e si potevano mangiare anche le fragole”) starebbero ad indicare la droga, mentre “il fare la guerra” non sarebbe una guerra fisica, ma una guerra contro la dipendenza dalla droga. Nella prima strofa Sally è una ragazza che vive la vita triste, cammina per strada senza guardare davanti, cioè davanti a sé non vede nulla, e non ha più voglia di reagire contro la sua staticità. Nella seconda strofa, invece, Sally è cresciuta, ma non ha più una curiosità e, come dice Vasco stesso, “guarda la gente con aria indifferente”. Ricorda un amore finito, e successivamente il ricordo si sbiadisce (“sono lontani quei momenti”). Lei cresce, e la sua vita ora è più difficile (mentre “una volta la vita era più facile per lei”), e si deprime per la sua vita passata, con la solitudine che l’ha accompagnata per la tutto il tempo, senza potersi sfogare con nessuno perché nessuno potrebbe capire il suo stato d’animo. Il suo rumore preferito è la pioggia, perché rispecchia il suo umore e trova conforto e comprensione in essa. Una bellissima citazione, inoltre, merita la frase “perché la vita è un brivido che vola via, è tutt’un equilibrio sopra la follia…”, straordinaria frase di Vasco che esprime la brevità della vita e la sua bellezza.

INTERPRETAZIONE #3 (inviata da un nostro lettore)

A mio parere l’interpretazione 1 è più coerente con il senso della canzone, la ragazza vista andar via e vedere le ragazzine accalcarsi davanti all’effimerità delle persone di successo, l’ha fatto riflettere, forse su se stesso.

Sally è la storia di una donna profondamente sola, una donna che ha vissuto un abuso sessuale.
Quando conosci personalmente quanto l’uomo può essere maligno e schifoso inizia una lotta contro quel genere, ad un certo punto però non hai più voglia di combattere, non hai più voglia di fare la guerra, forse è il momento di affrontare i propri sensi di colpa. I sensi di colpa che questo patimento (dolore) ti ha lasciato addosso.
La sofferenza è stata tanta, troppa! Il cercare un qualcuno che possa comprendere il tuo dolore, cercare una candida carezza per suplire a quell’amarezza e trovare solo uomini (individui) che approfittano di te, chiedono solo del sesso da te (come tutte le sue fans all’uscita della discoteca)!, è l’ennesima delusione per una creatura ferita nella sua più candida innocenza!
L’assurdo è che si accontenta di quegli uomini che la usano e la gettano pur di non sentire l’amarezza di amare e non essere ricambiata.

Una donna talmente sola nell’anima che è diventata insensibile alla vita. Ha completamente perso quell’innocenza, quella purezza che contraddistingue quel momento della propria infanzia in cui si va per boschi a mangiar fragole di nascosto dai propri genitori (quel momento della propria vita in cui tutto è facile! in cui tutto è permesso, in cui si vivono liberamente le proprie emozioni senza pregiudizio o la paura del : “No, non si può fare, è peccato!”). Uno sguardo non è più in grado di suscitare turbamenti, la corazza che si è costuita attorno alla propria anima, per proteggersi dall’altro è così dura che penetrarla diventa difficile, Sally sa che cosa le può crollare addosso, non vuole finire sotto un’altra volta, non vuole diventare pazza, vuole mantenere il suo equilibrio sopra la follia.

La sua corazza è un arma a doppio taglio, se da un lato le pemette di camminare a testa alta, senza nemmeno guardare per terra, cammina sicura per la strada allo stesso tempo le è impossibile vivere un rapporto profondamente, non vive mai davvero quello che vive, non prova più i turbamenti della vita.
Qui però Vasco pone una speranza per quest’anima persa: quando Sally sarà in grado di trovare il coraggio di guardare dentro di sè e affrontare i sensi di colpa che questo trauma le ha provocato, smetterà di essere punita, smetterà di sentirsi colpevole delle sue scelte, di quello che la cultura cristiana (che inculca il senso del peccato e della colpa in merito alla crescita sessuale di un individuo) e la “televisione” (dove la maggior parte degli italiani si rifugia la sera, a scapito di condizionare i propri cervelli), chiama rispettivamente “debolezza” e “distrazione”. Forse tutto quello che è stato, tutte le cose fatte, comprese le cose negative, non sono state tutte sbagliate. D’altronde Sally ha vissuto una vita fino a quel momento. Le cose negative sono servite a formarla. Sul fatto che fosse giusto così non sono molto d’accordo. Questo è un pò l’approccio di Vasco purtroppo, alla fine Sally non riesce ad affrontare questi sensi di colpa e togliersi la responsabilità che si è autoattribuita e continua a crogiolarsi aggiudicandosi la colpa, anzi dicendo che forse è proprio giusto così! E lascia che la vita scorra sotto il bel rumore della pioggia che col suo fluire passa e porta via tutto (rif. Herman Hesse)!

Vuoi dare anche tu una interpretazione a questa canzone? Inviala a
significatocanzoni@gmail.com
la pubblicheremo a tuo nome oppure lascia semplicemente un commento in fondo al post.

 

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

  1. Sally e’ Vasco ….mentre affronta il paragone della vita con il suo IO interiore,
    La sua debolezza affiorata in un momento di sconforto scrive tutto questo….
    E’ stanco di lottare e di andare avanti pensando alla gioventu’ che e’ gia passata…..
    (la strada e’ la vita)
    Quindi va avanti per la sua strada senza voltarsi indietro e senza prendere
    cura di chi non gli vuol bene….
    Poi la realta’ e’ questa
    e finisce con accettare quello che gli ha riservato la vita…..
    (la vita e’ un brivido che vola via………….)
    Non riesce a spiegare il perche’ della vita ….della sua bellezza e crudelta’….
    da dove veniamo e perche’….
    (l’umilta di Vasco)
    Alla fine si accontenta…..
    la vita gli ha dato molto….e’ stato molto fortunato…amato apprezzato….
    i suoi pensieri sono come i nostri……
    torna a fare quello che faceva prima di essere famoso…..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

banner
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Per maggiori informazioni clicca qui Privacy Policy e qui