La cura battiato spiegazione interpretazione senso testo video




bATTIATO

La cura – Battiato

SPIEGAZIONE E ANALISI DELLA CANZONE

Secondo molti La cura è semplicemente una delle più belle canzoni d’amore mai scritte, secondo altri è una canzone sull’abbandono e sulla assenza di una persona della quale non si può più fare a meno. Come altre opere di Franco Battiato, probabilmente vuole essere un mantra, una preghiera-meditazione sulla essenza dell’amore come cura e accompagnamento di un altro essere, un percorso che comprende tutte le tappe, incluso il dolore e l’abbandono, e che vede chi “conosce le leggi del mondo” farne dono ad “un essere speciale”, senza dimenticare che ogni persona può essere speciale per un’altra persona, e che i ruoli possono invertirsi, nella tipica circolarità del mantra.
Una cosa straordinaria di questo brano è che, pur essendo diverso da ogni altro, dà la impressione al primo ascolto di averlo già sentito in un’altra esperienza di vita, come se fosse una pratica dimostrazione della circolarità, cara a tante filosofie orientali e non solo

(1) Ti proteggerò dalle paure, delle ipocondrie,
dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via.
Un accenno (“da oggi”) che può alludere ad una separazione, alla fine di una storia, o forse alla fine del noviziato e l’inizio del percorso nel mondo dell’essere amato.
(2) Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo,
dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai.
Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d’umore,
dalle ossessioni delle tue manie.
La protezione offerta si estende ai nemici esterni, e questa sembra una promessa comune, ma anche a quelli interni (vedi alla strofa (6))
(3) Supererò le correnti gravitazionali, La forza di gravità che schiaccia al suolo l’uomo e lo ostacola nella ricerca dell’assoluto è un tema ricorrente di Battiato.
(4) lo spazio e la luce
per non farti invecchiare.
E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te.
«Amare è solo ed effettivamente prendersi cura di un altro essere, sollevandolo da tutto, stargli accanto, ma senza evitargli le indispensabili tappe nel dolore, senza il quale è impossibile risvegliarsi» (Rif. M.Macale – Franco Battiato, dalle origini a “Gommalacca” – ed. Bastogi).
(5) Vagavo per i campi del Tennessee
(come vi ero arrivato, chissà).
Non hai fiori bianchi per me?
Più veloci di aquile i miei sogni
attraversano il mare.
Un breve intermezzo che introduce per un attimo il brano nella dimensione del sogno.
(6) Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza.
Percorreremo assieme le vie che portano all’essenza.
I profumi d’amore inebrieranno i nostri corpi,
la bonaccia d’agosto non calmerà i nostri sensi.
Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono.
Quindi chi sta cantando è un saggio, un uomo che è arrivato a comprendere o ad intuire l’assoluto, ma che pur tuttavia è sotto l’influenza dell'”essere speciale” ed è pronto a donargli il distillato della sua saggezza “conosco le leggi del mondo e te ne farò dono“; quindi ogni persona può essere unica e speciale per chiunque altro, se interviene l’amore terreno “la bonaccia … non calmerà i nostri sensi“, anche se la sua natura è completamente terrena e fallace.
Una strofa che contiene uno dei versi d’amore più belli di Battiato, impossibile da commentare: “Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto“, ancora il mantra come metafora di perfezione.
(7) Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce per non farti invecchiare.
Ti salverò da ogni malinconia,
perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te…
Non solo la forza di gravità schiaccia l’uomo alla sua condizione terrena, ma anche le infinite e insondabili dimensioni spaziali e temporali che pongono confini alla nostra esperienza terrena, che ci lasciano quegli stati d’animo inspiegabili che, a volte, chiamiamo “malinconie”.
(8) io sì, che avrò cura di te. In questo ultimo verso si può leggere ancora il tema dell’abbandono e del rimpianto (“io sì..”).
  1. scusate , ma sono l’unica che invece ha interpretato questa canzone come una canzone d’amore verso SE’ STESSI? L’impegno ad amarsi e a prendesi cura di sè?

  2. Bellissima anche da dedicare ad un amica ma non sono sicura che possa essere la giusta chiave di interpretazione

  3. Mi domandavo se queste parole possano valere anche per una vera amicizia.io la trovo stupenda anche in questo caso….ma non so se può essere una giusta chiave di interpretazione

  4. Canzone-poesia stratosferica. Raggiunge l’ebrezza dei versi. Mi piace però riportarla a livello terreno, perciò la canto ad una donna amata in assoluto. Ma c’è un però nella mia semplificazione terrena: Questo uomo che iperproteggerebbe la sua amata in modo tanto superlativo, non correrebbe il rischio di renderla un tantino schiava del suo ardore amoroso, come l’uomo che plagia la compagna per rendersela sempre più assoggettata? Comunque lode al Maestro. Gianni

  5. Sicuramente un inno all’amore,in tutte la sue sfaccettature, profondo,sentimentale religioso. Leggo le vostre recensioni e ognuna sembra qll giusta. Cm è stato detto il bello delle canzoni è anche il cucirsele addosso in base alla propria storia ed esperienza. Ascoltandola e riascoltandola ci sento della rabbia, uno sfogo dolce e contenuto. Vedo le promesse di cura e di speranza verso un caro amato che la vita pone di fronte a problemi psicofisici. Un appiglio proprio, al QL appoggiarsi nel sostenere l’altro

  6. marta scaccioni - Reply

    Francesca!
    Sono completamente d’accordo con te!
    …Credo proprio a quanto dici e cercavo anche io proprio qualcuno che desse questo significato a queste bellissime parole!
    grazie

    È Dio che ha avuto cura di me, e ha cura di tutti noi, da sempre!

  7. sandro Carlot - Reply

    Ogni volta che ascolto questo stupendo brano penso alla mia Bimba di 9 anni e percorro con le parole di Battiato quanto con Lei trascorso ed il futuro che spero Dio mi vorrà regalare con Lei.
    La canzone si addice bene anche alla mia Compagna alla quale la dedico.
    Vorrei tanto ringraziare Franco Battiato di aver donato a tutti una canzone completa che meglio non potrebbe definire ciò che può provare un Essere Umano per un altro. Mi piace coniarlo con questo termine: AMORE DELIRANTE. Grande Franco Battiato.

  8. Credo che il bello di molte canzoni sia la personalissima liberta’ di interpretazione del testo e dellle emozioni che ne derivano.
    Non so che significato gli abbia attribuito Battiato (o -meglio- da dove e’ scaturita questa poesia).

    Ma io, piu’ l’ascolto, piu’ penso che la potrei serenamente cantare in prima persona a mio mio figlio….

  9. Sinceramente, a me questo testo ha sempre fatto pensare all’amore che viene da Dio e che è Dio. E’ Lui che sì, avrà cura della sua creatura, che è “preziosa ai suoi occhi e degna di stima” (cfr. Isaia), cioè un essere speciale. Perché un uomo – da sé – non può evitare il dolore a qualcun altro, e l’unico che ti protegge in ogni situazione, in ogni sentimento, in ogni emozione, e che conosce le leggi del mondo e te ne fa dono è Dio. Purtroppo mi emoziono a tal punto, pensando a questa possibile lettura, che non riesco a esprimermi meglio di così. Ma sin dal primo ascolto, distratto perché non conoscevo veramente Battiato ed era qualcun altro, in un’altra stanza della mia casa, ad ascoltarlo, io ho realizzato dentro di me: “Queste sono parole messe in bocca a Dio”, semplicemente. Per me la pienezza di una promessa del genere, quella racchiusa in queste parole, può essere raggiunta e sublimata solo tramite un’interpretazione del genere… Ovviamente questa è la mia personalissima intuizione, e anche, secondo interpretazioni di altri, come semplice canzone d’amore per un figlio (più che per una donna) rimane bellissima (ma a mio avviso incompleta e deprivata della sua sublimità).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

banner
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Per maggiori informazioni clicca qui Privacy Policy e qui