SIGNIFICATO DELLE CANZONI Cigno Nero - Fedez feat. Francesca Michielin | IL SIGNIFICATO DELLE CANZONI
FEDEZ_SIG_BRAINWASH

Cigno Nero – Fedez feat. Francesca Michielin

- Condividi sui social -




ACQUISTA SUBITO LA CANZONE SU ITUNES:

SIGNIFICATO

E’ un Fedez che si presenta in coppia con Francesca Michielin, vincitrice di X Factor, per sfornare il suo ultimo singolo intitolato Cigno Nero. Una canzone che parla del dolore di una persona di fronte ad un amore infranto, frase emblematica è “stasera niente alcol voglio bere le mie lacrime e una crepa sopra il petto che diventa una voragine” in cui emerge una volta di più questo dolore che colpisce dritto al cuore. Il ritornello cantato da Francesca descrive il dolore di una donna: “La lacrima che brucia il vento la consuma il nero che mi sporca” descrizione del pianto, di come una lacrima faccia “sciogliere” il trucco degli occhi e di conseguenza le sporchi il viso, ma non è quello il problema infatti “tanto poi si lava“, ma è il dolore a fare ancora da protagonista “ tutto ciò che ho perso io lo perdo ancora mi tengo dentro il vuoto che di te mi resta”.

Nella successive due strofe, Fedez tira fuori diversi frasi in cui ognuno sicuramente potrà rispecchiarsi perfettamente, frasi così vere che al momento della pubblicazione della canzone, impazzano negli stati dei vari social network perlopiù tra gli adolescenti:

  • godiamoci il momento perché prima o poi finisce, l’amore spesso prende ma poi non restituisce” purtroppo anche a noi è successa sempre una cosa simile, far tutto per un’altra persona ma non essere corrisposti e il più delle volte questo porta alla decisione di godersi semplicemente il momento, rimanendo ad un rapporto solo superficiale, che in caso di fallimento farebbe comunque meno male.
  • “se la vita insegna io sono un alunno pessimo“: quante volte non impariamo neanche dagli errori che abbiamo commesso e il più delle volte li rifacciamo
  • “io ti ho dato un dito invece tu mi hai preso il cuore
  • sei l’errore più bello della mia vita


CURIOSITA’

Poche ore dopo la pubblicazione della canzone, nei commenti al video uplodato su youtube, sono comparse diverse accuse nei confronti di Fedez per aver copiato la base dalla ben più famosa canzone “Best Day ever” di Mac Miller (di cui pubblichiamo qua sotto il video). I fan (o presunti tali) si sono scagliati dunque contro il cantante milanese per mancanza di originalità, per finire addirittura ad accusarlo di plagio. Nonostante ciò la canzone non ha risentito assolutamente di queste presunte accuse, tanto da raggiungere nelle prime 48 ore un milione di visualizzazioni, ancora meglio di quanto aveva già fatto l’altra sua canzone di successo  “Si scrive schiavitù, si legge libertà“.

Vuoi dare anche tu una interpretazione diversa a questa canzone? Inviala a
significatocanzoni@gmail.com
la pubblicheremo a tuo nome oppure lascia semplicemente un commento in fondo al post.


TESTO

Fedez:
Il tuo cuore batte a tempo
ritmo nuovo mai sentito
e da quel poco che l’ascolto
è già il mio pezzo preferito
mangio merda da vent’anni
ma non perdo l’appetito
poi mi fanno pure fare la scarpetta con il dito
labbra al gusto di fumo
mischiate col Pampero
rende la testa pesante
ma il cuore più leggero
e tu sei il cigno nero
stanco di seguire il branco
il cuore grande come il sole
ma freddo come il marmo
né giovani nè grandi
nel cuore piove grandine
stasera niente alcol
voglio bere le mie lacrime
e una crepa sopra il petto
che diventa una voragine
al quale non puoi fare le iniezioni di collagene
io sono senza scrupoli e tu sei senza carattere
togliamoci i vestiti ma teniamoci le maschere
se mi fissi bene non vedrai i miei occhi sbattere
chi sogna ad occhi aperti perdo l’uso delle palpebre

Francesca Michielin:
La lacrima che brucia
il vento la consuma
il nero che mi sporca
tanto poi si lava
e tutto ciò che ho perso
io lo perdo ancora
mi tengo dentro il vuoto
che di te mi resta

Fedez:
E a cosa servirebbe dirci che ci siamo amati
tanto quando esce il disco ci saremo già lasciati
godiamoci il momento perché prima o poi finisce
l’amore spesso prende ma poi non restituisce
io sto ancora aspettando il cuore che gli ho dato in prestito
se la vita insegna io sono un alunno pessimo
è come se facessimo una gara
è un inizio lungo ma alla fine non è poi così lontana
già, sei bella e dannata
la metà mancata di una mela avvelenata
e io cerco il sollievo in una dose di veleno
come chi è stato allattato da chi ha le serpi in seno
con la consapevolezza che non c’è certezza
vieni stammi vicina, sì ma a distanza di sicurezza
io ti ho dato un dito invece tu mi hai preso il cuore
e sono sempre stato incline agli sbalzi d’amore

Francesca Michielin:
La lacrima che brucia
il vento la consuma
il nero che mi sporca
tanto poi si lava
e tutto ciò che ho perso
io lo perdo ancora
mi tengo dentro il vuoto
che di te mi resta

Fedez:
E il tuo nome è stato scritto a matita
per poterti cancellare una volta finita
tra me e te sai
sei l’errore più bello della mia vita
il tuo nome è stato scritto a matita
per poterti cancellare una volta finita
tra me e te sai
sai sei l’errore più bello della mia vita

Francesca Michielin:
La lacrima che brucia
il vento la consuma
il nero che mi sporca
tanto poi si lava
e tutto ciò che ho perso
io lo perdo ancora
mi tengo dentro il vuoto
che di te mi resta


  1. ma va! secondo me lui parla di due ragazze diverse, rappresentate (nel video) dalla Michielin e la figa con lui limona. La Michielin rappresenta quella che gli ha spezzato il cuore ( tutto ciò che ho perso io lo perdo ancora, mi tengo dentro il vuoto che di te mi resta -lei dice- io sto ancora aspettando il cuore che GLI (LE) ho dato in prestito- lui dice-). Nel resto della canzone descrive quello che sente per la ‘nuova’ lei e come si sente lui dopo la delusione con la prima lei: un ritmo nuovo mai sentito che è già il mio pezzo preferito, mangio merda da vent’anni, se mi fissi bene non vedrai i miei occhi sbattere chi sogna ad occhi aperti perde l’uso delle palpebre, godiamoci il momento perchè prima o poi finisce, io cerco il sollievo in una dose di veleno, con la consapevolezza che non c’è certezza, sono sempre stato incline agli sbalzi d’amore: lui non vuole rifare lo stesso errore, cerca di tenersi a distanza ( di ‘insicurezza’ – come lui la definisce- ).. infatti stavolta scrive il suo nome a matita così è facile cancellarla.. just my imagination

  2. Secondo me invece quel “gli” è riferito all’Amore, di cui si parla nel verso precedente “l’Amore spesso prende ma poi non restituisce”: è una personificazione del sentimento.

    In generale la mia interpretazione è diversa: lui ha visto questa donna stupenda “bella e dannata”, voleva solo una storia occasionale, ma poi si è fatto coinvolgere, folgorare, mentre lei ha il cuore “freddo come il marmo”:
    -“un ritmo nuovo mai sentito e da quel poco che l’ascolto è già il mio pezzo preferito” vuol dire che l’ha appena conosciuta
    -“togliamoci i vestiti ma teniamoci le maschere” vuol dire beh’, spogliamoci solo nel senso materiale, perché comunque all’inizio doveva essere una cosa superficiale, per la quale non serve “levarsi la maschera” e far conoscere la propria personalità
    -“E a cosa servirebbe dirci che ci siamo amati tanto quando esce il disco ci saremo già lasciati” vuol dire che staranno insieme per poco
    -“con la consapevolezza che non c’è certezza, vieni stammi vicina, sì ma a distanza di sicurezza”: sa che non dovrebbe avvicinarsi alla fiamma per non bruciarsi, perché comunque è una cosa destinata a non durare.
    -“labbra al gusto di fumo mischiate col Pampero rende la testa pesante ma il cuore più leggero” non ho ancora deciso se è riferito al momento in cui si sono conosciuti (e che quindi aveva bevuto) o a quando lui cerca di dimenticarla (e quindi beve per annebbiarsi la mente, alleggerire il cuore e sentire meno il dolore).

    Comunque sia, la parte della Michielin non mi piace molto.. e non la vedo bene inserita, se non solo musicalmente. Proprio perché cambia punto di vista: di sicuro non è la stessa di cui parla lui quando canta perché, come ho già detto, nella mia versione lei non si lascia coinvolgere sentimentalmente. Potrebbe semplicemente essere un’altra, estranea alla vicenda, che ne ha vissuta una molto simile. Non me la immagino in altro modo.

    Poi, ognuno le canzoni le interpreta a modo suo, questa è la mia versione :)

  3. All’inizio questa canzone non mi era stata molto chiara, ma leggendo con attenzione il testo ho compreso le delusioni che prova ogni ragazzo quando finisce una storia d’amore con una ragazza che ritiene molto speciale.
    “Cigno nero” di Fedez.
    Il ragazzo ascolta il battito del cuore della sua ragazza e lo paragona al ritmo musicale del suo pezzo preferito. Questo ragazzo ha circa venti anni e la vita è stata dura con lui, ma egli continua sempre a lottare. Il fumo e l’alcol gli riempe la testa di pensieri, ma il cuore non soffre più come prima per la loro divisione e lei è una persona diversa da tutte le altre ed ha il cuore grande come il sole, ma insensibile. Sia nei grandi che nei giovani delusioni d’amore.
    Stasera non vuole ubriacarsi: è consapevole del suo dolore. Nel suo cuore c’è una ferita molto grande che non si può più risanare.
    Sono entrambi falsi: fanno sesso senza amore.
    La ragazza dice che le sue lacrime sono portate via dal vento. Adesso lei è molto triste perché lo ha perso.
    Il ragazzo dice che nel momento in cui si sono lasciati è inutile dire che si sono amati, tanto l’amore non ritorna. Lui non ha imparato dai suoi errori ed ormai lei è già lontana dal suo cuore perché è riuscito a liberarsi dal suo inganno. Lei si è presa tutto il suo amore ed adesso cerca di stargli lontano.
    Anche se è stato un errore amarla, è stato l’errore più bello della sua vita.

    Renato, 12 anni

  4. Il cuore ha un ritmo che lui non ha mai sentito, ma da quando ha iniziato ad ascoltarlo si è innamorato di lei. Questo ragazzo continua ad avere delusioni da vent’anni, nonostante le quali
    non smette di sperare in futuro migliore. . Il fumo e l’alcool lo fanno diventare molto pensieroso, ma contemporaneamente, gli fanno dimenticare che si è appena lasciato con la sua ragazza.
    L’amore non ha età: tutti possono innamorarsi o soffrire per questo sentimento.
    Pur essendo triste, questa sera lui non vuole ubriacarsi perché desidera solamente restare solo e riflettere: è come se sul suo petto ci fosse una ferita grande come una voragine che non guarirà mai.
    Sono entrambe delle persone false, infatti pur di stare insieme sono disposti a non mostrare la loro vera personalità.
    La ragazza pensa che prima o poi riuscirà a dimenticare il suo ex fidanzato, ma non è così, perché la sua perdita le ha causato un vuoto incolmabile.
    Il ragazzo sostiene che è inutile dire che una volta si amavano e che erano felici perché ormai si sono lasciati e non ritorneranno insieme. Lei lo ha fatto innamorare moltissimo, ma poi non lo ha ricambiato e lui sta ancora aspettando che la ragazza lo corrisponda. Il ragazzo riflette e giunge alla conclusione che farla innamorare di lui sembra un’impresa ardua, ma non lo è poi così tanto alla fine.
    Lei è bella ed allo stesso tempo cattiva, come se fosse la metà di una mela avvelenata e lui vuole dimenticarsela con un’altra ragazza perfida. Ma sa che non ci riuscirà e perciò si riavvicina al suo vecchio amore; questa volta lui farà in modo di non amarla troppo così non avrà altre delusioni amorose, nonostante sia sempre stato attratto dagli amori instabili e sarà più facile dimenticarla.
    Il ragazzo, ferito, la reputa un errore, ma quello più bello della sua vita.

    Chiara, 12 anni

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>